BILANCIO 2020 – SPECIALE EUTEKNE.INFO – Presentazione

ll 2020 è stato un anno difficile per molte imprese, colpite duramente dagli effetti negativi della pandemia, anche se in modo molto differenziato tra i diversi settori. Il legislatore è intervenuto più volte, con numerose misure di sostegno, volte a ridurre gli effetti negativi e a salvaguardare la continuazione dell’attività. Dei numerosi interventi normativi “ad hoc”, alcuni riguardano direttamente la disciplina del bilancio (ad esempio, per citare quello più eclatante, la norma che consente la non iscrizione fino al 100% degli ammortamenti), altri producono riflessi sul bilancio, come nel caso del ricorso alle moratorie.

La chiusura del bilancio 2020, pertanto, è particolarmente complessa, come sempre avviene in caso di imprese che presentano squilibri di gestione, ma anche per l’esigenza di applicare correttamente le numerose norme introdotte nel 2020 che producono direttamente o indirettamente effetti sui bilanci delle imprese.
Il primo effetto negativo della pandemia e del conseguente duro lockdown deciso in Italia, è stato un calo, seppur differenziato tra i settori e tra le stesse imprese, dei ricavi delle vendite e prestazioni dei servizi. Naturalmente ci sono anche, come sappiamo, settori ed imprese che hanno persino avuto benefici grazie alla pandemia, in quanto operano (o sono state in grado di convertire la propria produzione) in settori che sono cresciuti per via del COVID-19 (si pensi, per citarne uno, ai produttori di igienizzanti per le mani).

Bilancio 2020: le Conseguenze della pandemia da Covid-19 sugli equilibri d’impresa

La contrazione dei ricavi impatta negativamente in prima battuta sull’equilibrio economico, a causa della mancata riduzione (o meglio limitata, grazie ai benefici della cassa integrazione la cui applicazione è stata estesa) dei costi fissi, causando perdite di gestione nel 2020 per moltissime imprese. Tali perdite impattano negativamente sulla solidità patrimoniale delle imprese, spesso già modesta nel contesto italiano caratterizzato da piccole e medie imprese famigliari. La contrazione del patrimonio netto rischia di provocare la perdita del capitale sociale, facendo sorgere la causa di scio­gli­mento. Infine, la contrazione dei ricavi provoca anche un peggioramento dell’equilibrio finanziario rischiando, nei gravi più gravi, di compromettere la continuazione dell’attività dell’impresa.

norme “Ad hoc”

Il legislatore, attraverso numerosi interventi, ha cercato di contenere tali effetti negativi sugli equilibri d’impresa. Per quanto riguarda la contrazione dei ricavi, l’intervento principale è stato quello della concessione dei contributi a fondo perduto. Seppur con i limiti del caso e la quasi inevitabile incapacità di non dimenticare qualcuno per strada, i contributi a fondo perduto costituiscono ricavi che compensano il minor fatturato. Naturalmente l’effetto di tali ricavi si manifesta anche sull’equilibrio finanziario e patrimoniale. Nella maggioranza dei casi, per quanto riguarda la redazione del bilancio, tali contributi non presentano particolare complessità, in quanto sono di competenza dell’esercizio 2020.

Alcuni interventi normativi hanno riguardato i costi fissi delle imprese. A supporto dei costi fissi di alcune imprese è stata la previsione di crediti d’imposta sulle locazioni, ma soprattutto, la generalizzata e discussa normativa che consente di non iscrivere fino al 100% degli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali ed immateriali. Per quanto riguarda, invece, l’equilibrio patrimoniale delle imprese, è stata riproposta la legge di rivalutazione monetaria in una forma particolarmente vantaggiosa da diversi punti di vista, rispetto a quelle proposte negli anni scorsi. Può però accadere, in non pochi casi, che gli effetti di tali norme non siano sufficienti ad evitare alle imprese di chiudere il bilancio con perdite di gestione tali da far perdere il capitale sociale, facendo ricadere la società nelle fattispecie di cui all’art. 2447 c.c. (e art. 2482-ter), con il conseguente rischio dell’insorgere della causa di scioglimento della società.

a sostegno della continuità

Al fine di evitare anche tali situazioni, è stata temporaneamente sospesa la causa di scioglimento e, per tenere conto delle difficoltà finanziarie di molti soci delle imprese, anche l’obbligo di intervento da parte dell’assemblea dei soci ai fini della ricapitalizzazione. Con la legge di bilancio 2021, inoltre, sono poi stati concessi cinque anni di tempo per l’eventuale ricostituzione del capitale sociale ridotto per via delle perdite 2020.

Sul versante dell’equilibrio finanziario, invece, sono state introdotte importanti moratorie, sia per quanto riguarda gli istituti di credito, sia le società di leasing, la cui durata è stata estesa al 30 giugno 2021 dalla legge di bilancio 2021. Inoltre, è stata concessa la garanzia statale al fine di age­vo­lare l’accesso al credito. Infine, per quelle imprese che presentano incertezze sulla prospettiva della continuazione dell’at­tività, è stata introdotta una deroga ex lege volta a consentire di applicare i criteri di valutazione ordinari nel bilancio. Tutte le norme citate producono effetti sul bilancio dell’esercizio 2020.

Un bilancio d’esercizio in cui il focus sarà, in molti casi, sull’adeguatezza dell’informativa riportata nella Nota integrativa, considerato l’obbligo di riportare, ad esempio, le motivazioni e gli effetti dell’eventuale mancata iscrizione degli ammortamenti, così come i rischi relativi al going concern.


Gli effetti della pandemia sui bilanci e le conseguenti norme a supporto introdotte sono rappresentate nella Tavola di seguito riportata.

La trattazione analizza in dettaglio gli effetti sui bilanci dei provvedimenti sopra indicati e l’analisi delle problematiche valutative tipiche delle imprese che presentano squilibri di gestione e che devono perseguire, conseguentemente, una politica di massimizzazione del risultato, pur nel pieno ri­spetto delle norme del Codice Civile e dei principi contabili nazionali.

INDICE DELLO SPECIALE (e presentazione)
Per chi non fosse abbonato al Sistema Integrato Eutekne, lo SPECIALE EUTEKNE.INFO è acquistabile qui.
Qui la presentazione del Manuale “Bilancio 2020 – I nuovi OIC” che analizza paragrafo per paragrafo tutti gli OIC

Lascia un commento